Selezione - Luglio 2019

Memorabili sinergie

Selezione - Luglio 2019

Atrepat Negre 2018 (2 bottiglie)
Treinta Mil Maravedíes 2016 (2 bottiglie)
Finca Sandoval El Fundamentalista 2015 (2 bottiglie)

Prezzo della selezione: 65,61 €
Prezzo speciale Club: 57,60 €
Risparmi: 8,01 € (12.20%)

Desidero registrarmi adesso!

Su questa selezione...

Nel mondo del vino sono poche le combinazioni di maggior successo di quelle tra le varietà tradizionali e i loro terroir. Il tempo ha deciso quali uve si trovano più a loro agio in ciascun pezzetto di terra, e i vignaioli, vinificazione dopo vinificazione, hanno trovato la formula perfetta affinché ogni vino sia unico e personale, rivelando il paesaggio attraverso le uve che ne fanno parte.

Questa è cosa ben nota nella Conca de Barberà: quale altra uva potrebbe dare un carattere così genuino ai suoi vini se non la Trepat, originaria della zona? E se i vini della Conca sono delicati, speziati ed eleganti, la ragione è da ricercarsi principalmente in questa schiva uva catalana. Qualcosa di simile accade nel Levante, dove un maestro come Victor de la Serna approfitta delle bontà delle tradizionali Bobal e Monastrell per sfoggiare tutta la forza e l'amabilità di cui è capace il Mediterraneo quando incontra gli estremi del clima continentale. E per finire, un altro gioiello sotto le spoglie di una Garnacha di San Martín de Valdeiglesias, tempestato da preziose varietà regionali per dimostrare ancora una volta come Madrid e la Garnacha sappiano fondersi a sembrare una cosa sola.

Atrepat, Fundamentalista o Maravedíes sono tre vini dall'apparenza e dallo stile molto diversi, ma che condividono l'armonia delle cose che si sono unite naturalmente: l'energia intensa della terra e il carattere unico di ciascuna varietà di uva. Sono vini nei quali la frutta e il terroir si sono alleati per formare memorabili sinergie.

Acquistare nel negozio

Vuole acquistare singole bottiglie di questa selezione a prezzo di listino?

La sua prossima spedizione

  • Le spedizioni del Club si faranno durante l'ultima settimana del mese.
  • Se vuole aggiungere più casse all'ordine Contattaci.
  • Può consultare o modificare l'indirizzo di consegna e la modalità di pagamento accedendo a il suo account.
  • Registrandosi adesso è ancora in tempo per ricevere questa selezione.

Desidero registrarmi adesso!

Senza quote né spese di registrazione. Registrandosi otterà sconti e un omaggio.
Più informazioni

Atrepat Negre 2018 (2 bottiglie)

Rosso novello. Celler Molí dels Capellans Conca de Barberà, Spagna Trepat

Bottiglia: 8,17 € soci club / 9,30 € non soci


Il nome di questo vino descrive perfettamente il rischio che si corre all'assaggiarlo. Un divertente gioco di parole, frutto della divertente combinazione tra Trepat, il vitigno con cui è elaborato, e atrapat, la parola catalana che significa "intrappolato". Ed è proprio così che ci si sente assaggiando questo vino giovane e strabordante di energia e sensazioni piacevoli.

Di color ciliegia con riflessi rubino e corpo medio, al naso combina delicati ricordi erbacei e speziati, con ciliegie e more. Dopo qualche tempo, appare la polvere di sentiero e la liquirizia, mentre un'elegante nota di violette fa da sottofondo. Al palato è fresco e morbido, di misurata acidità e con tannini ben domati, elementi questi che fanno risaltare la frutta evitando che il vino risulti troppo dolce o troppo piatto. Amaro, speziato e di frutta succosa, nel suo passaggio in bocca combina la freschezza del bosco e la sensazione setosa delle caramelle alla fragola, forse addirittura qualche latente nota minerale.

È un vino facile da interpretare, amabile e succoso, ma con sufficiente presenza da affrontare un'infinità di situazioni e abbinamenti. Se vogliamo potenziarne gli aspetti più vivaci, possiamo servirlo fresco (14 °C, persino 12 °C).

Senza alcun dubbio, le due vendemmie (una precoce per preservarne l'acidità e l'altra a maturazione completa per cercare l'intensità della frutta) e la doppia vinificazione (macerazione carbonica e convenzionale) hanno colto nel segno, coniugando il meglio di ciascuna opzione. Se a ciò andiamo a sommare una vigna vecchia, l'altitudine e il suolo argillo-calcareo lavorato secondo principi biologici, è facile capire perché questo vino ci intrappolerà senza scampo.

Tapas / insaccati iberici / patate arrosto

  • Gradazione alcolica: 12,0%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 12ºC e 14ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2021.

Atrepat Negre 2018
parte frontale e parte posteriore

Treinta Mil Maravedíes 2016 (2 bottiglie)

Rosso invecchiato. Bodega Marañones Vinos de Madrid, Spagna Vernaccia, Morenillo

Bottiglia: 11,06 € soci club / 12,60 € non soci


Il Treinta Mil Maravedíes è un vino di comarca (ossia da vigneti siti in una zona ben delimitata), proprio come indica il suo nome. Il maravedí era un'antica moneta spagnola con la quale, secondo la leggenda, don Álvaro de Luna acquistò il Señorío di San Martín de Valdeiglesias dai frati del convento di Santa Maria (che avevano introdotto la coltivazione della vite in questo territorio), pagandolo la somma di 30.000 maravedíes. È così che in cantina si riesce a collegare i vini attuali con quelli che i monaci elaboravano a quei tempi. Si tratta di un vino prodotto a partire da vigneti distribuiti nell'intera vallata, allevati su quasi tutti i suoli e gli orientamenti che costituiscono i terreni che don Álvaro acquistò all'epoca, per cercare di riprodurre le stesse sensazioni di allora.

Si miscela quindi la Garnacha con le uve secondarie della zona, come la Morenillo (uva la cui popolarità è in crescita nella DO Terra Alta, ma tuttavia poco affermata nel vigneto madrileno) per dare forma a un vino ricco di tipicità, ma anche con un suo carattere proprio. Il 30.000 sfoggia una preziosa veste trasparente di color rubino che pare voglia suggerire la sua finezza e freschezza. Al naso ribes e lamponi, caramelle alla fragola e panna, alloro e buccia di mandarino che ricorda l'essenza della miglior Garnacha. Amari toni pietrosi, che ci trasportano a San Martín de Valdeiglesias e ai suoi vini, si combinano con la vibrante acidità delle varietà locali in un palato pieno di vita e di espressione, con un'energia che gli assicura un lungo futuro e una notevole accessibilità.

Teso, ma non aggressivo, speciale e pieno di personalità, il 30.000 è un vino capace di dimostrare molto in appena un sorso. Mineralità, fiori, ampiezza e frutta sono i suoi segni distintivi.

Tonno alla griglia / pollo arrosto / salsicce affumicate

  • Gradazione alcolica: 14,0%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 14ºC e 16ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2022.

Treinta Mil Maravedíes 2016
parte frontale e parte posteriore

Finca Sandoval El Fundamentalista 2015 (2 bottiglie)

Rosso invecchiato. Finca Sandoval Manchuela, Spagna Monastrell, Bobal

Bottiglia: 9,57 € soci club / 10,90 € non soci


Quando Victor de la Serna lancia un nuovo vino è il caso di fermarsi e di prestare attenzione, perché sicuramente non si tratta di una boutade. La sua infinità curiosità e inesauribile passione per il vino lo spingono verso elaborazioni particolari che spesso lasciano anche il degustatore più avvezzo privo di riferimenti.

Questo Fundamentalista è stato commercializzato inizialmente nel 2008, sebbene allora solo tra gli amici di Victor. Quella volta fu il risultato di una vecchia botte di Syrah che, venendo assaggiata dopo esser stata dimenticata per anni, affascinò il suo vinificatore e i pochi fortunati che poterono assaggiare quel vino. L'attuale, reinventato nel 2014, combina Bobal e Monastrell per dare un carattere levantino a un vino intensamente mediterraneo che combina freschezza, complessità e accessibilità in eguale misura. Viti di Monastrell di oltre dieci anni piantate sopra gli 800 metri di quota nella Manchuela combinate con grappoli di Bobal. Entrambe le varietà unite da legno vecchio e protette da una quantità minima di solfiti.

Al naso sono ciliegie mature, violette e marmellata di fragole che lasciano scorgere una complessità che parrebbe impossibile per un vino nel quale la botte non è protagonista, dimostrando che ciò che è fondamentale non richiede artifici. Al palato è frutta ancora fresca, matura, ma con alcuni sussulti acerbi e un'acidità che rinfresca. Impressionante dimostrazione che è possibile elaborare grandi vini senza abusare del legno e che i migliori possono invecchiare con eleganza. Volume giusto e seducente, setoso, ma anche vivace, grazie a una tensione che evita al vino di decadere improvvisamente e al fondo terroso di argilla. Frutta onesta che i lieviti selvatici hanno fermentato liberamente e che le botti usate da 300 litri hanno scrupolosamente rispettato durante i 15 mesi di invecchiamento. Chiodi di garofano, un ricordo di vaniglia e di frutta selvatica combinati a bosco di macchia portano a un finale leggermente tostato e ricolmo di frutta, fondamentale.

Risotto con la carne / maiale

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Rosso ciliegia / riflessi granata
    • Fragranza
      Note fruttate / frutti a bacca rossa maturi / note speziate / note minerali / erbe aromatiche
    • Palato
      Buona acidità / leggermente amaro / fruttato / fresco
  • Gradazione alcolica: 14,5%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 14ºC e 16ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2022.

Finca Sandoval El Fundamentalista 2015
parte frontale e parte posteriore

Desidero registrarmi adesso!