Selezione - Febbraio 2020

I vini dell'Aragona

Selezione - Febbraio 2020

Borsao Berola 2016 (2 bottiglie)
Monasterio de las Viñas Gran Reserva 2012 (2 bottiglie)
Frontonio Microcósmico Garnacha 2016 (2 bottiglie)

Prezzo della selezione: 66,70 €
Prezzo speciale Club: 57,60 €
Risparmi: 9,10 € (13.64%)

Desidero registrarmi adesso!

Su questa selezione...

La storia del vino dell'Aragona è antica e complessa. Nei primi anni della Reconquista gran parte del potere politico ed ecclesiastico era radicato nella Spagna settentrionale, un mercato perfetto in cui commercializzare i vini dell'Aragona, grazie al buon potere d'acquisto dei suoi abitanti. Questo mercato non rimase tuttavia circoscritto: il vino dell'Aragona giunse nella vicina Francia in un'epoca in cui altre grandi regioni vitivinicole come la Rioja non volgevano ancora lo sguardo al di fuori del confine. Nonostante questo successo, lo stile aragonese allora dominante (vini liquorosi, invecchiati e dolci) divenne sempre meno rispondente ai gusti del pubblico, cosicché altre regioni presero il posto dell'Aragona. In questi ultimi decenni l'Aragona sta recuperando il suo prestigio, grazie a cospicui investimenti, alla modernizzazione delle cantine e all'acquisizione di un importante saper fare internazionale in ambito vitivinicolo. I vini aragonesi combattono oggi ad armi pari con i vini più rinomati e puntano sempre di più sulla qualità, anche se non sempre ricevono l'attenzione dovuta e il giusto apprezzamento.

Per accompagnarvi alla riscoperta dell'eccezionale vino aragonese, abbiamo preparato per voi una selezione di tre grandi rossi: un vino della DOC Campo de Borja, uno della IGP Valdejalón e, immancabile, un esemplare della storica DOC Cariñena. Ciò che accomuna questi vini (non poteva essere altrimenti in Aragona) è la forte presenza della Garnacha. Tuttavia, anche se questo vitigno rimane protagonista indiscusso, ciascun vino parla la lingua di un territorio diverso, declinando il proprio stile tra l'approccio moderno di Berola, la nitidezza di Frontonio e l'apogeo classico di Monasterio de las Viñas.

Acquistare nel negozio

Vuole acquistare singole bottiglie di questa selezione a prezzo di listino?

La sua prossima spedizione

  • Le spedizioni del Club si faranno durante l'ultima settimana del mese.
  • Se vuole aggiungere più casse all'ordine Contattaci.
  • Può consultare o modificare l'indirizzo di consegna e la modalità di pagamento accedendo a il suo account.
  • Registrandosi adesso è ancora in tempo per ricevere questa selezione.

Desidero registrarmi adesso!

Senza quote né spese di registrazione. Registrandosi otterà sconti e un omaggio.
Più informazioni

Borsao Berola 2016 (2 bottiglie)

Rosso invecchiato. Bodegas Borsao Campo de Borja, Spagna Vernaccia, Syrah

Bottiglia: 11,12 € soci club / 13,10 € non soci


Berola è uno dei vini più moderni e internazionali della cantina Bodegas Borsao, punto di riferimento assoluto nella DOC Campo de Borja. La Garnacha, prevalente, è ingentilita dalle succose uve Syrah. I vigneti si trovano in una zona montuosa, a 600-700 metri sul livello del mare, e si estendono su terreni argilloso-calcarei ricchi di limo e ghiaia. Le viti di Garnacha hanno dai 35 ai 60 anni d'età e quelle di Syrah superano ormai i 10 anni.

In cantina, le due varietà vengono fatte fermentare separatamente e assemblate con maestria solo quando si sono già trasformate in vino. Dopo l'invecchiamento misto in botti bordolesi e americane, quello che si è ottiene è un vino dall'intenso color ciliegia con accesi riflessi violacei. Al naso le sensazioni di ciliegia matura si accompagnano a delicati sentori speziati su uno sfondo balsamico di macchia mediterranea. Si schiudono poi sentori di mirtillo e prugna selvatica, carrube e note affumicate. In bocca è pieno ed equilibrato, con richiami terrosi e una perfetta acidità che gli conferiscono intriganti sentori erbacei. Il volume alcolico e i tannini abbondanti ma smussati si combinano in perfetta armonia, grazie all'eccellente lavoro realizzato in vigna e in cantina. Nel finale, lungo, convergono sensazioni di cacao, ciliegie sotto spirito e ricordi tostati.

Siamo di fronte a un grande vino che non tace la sua provenienza, né la sbandiera. Fiero delle proprie origini, Borsao Berola è un vino aperto al nuovo, capace di guardare lontano. Il suo nome deriva da un antico convento medievale, il Monasterio de Veruela, da cui prese abbrivio l'attività vitivinicola della DOC Campo de Borja. In questo vino il passato abbraccia il presente: il carattere tipico della DOC si rinnova con stili di vinificazione dal Nuovo Mondo e ne rivela le ambizioni internazionali.

Maiale arrosto / Parmigiano Reggiano / paté di selvaggina

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Rosso ciliegia / intenso
    • Fragranza
      Complesso / frutti a bacca nera / note balsamiche / note tostate
    • Palato
      Caldo / amabile / tannini leggeri / equilibrato / persistente
  • Gradazione alcolica: 15,0%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 14ºC e 16ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2022.

Borsao Berola 2016
parte frontale e parte posteriore

Monasterio de las Viñas Gran Reserva 2012 (2 bottiglie)

Rosso gran riserva. Grandes Vinos Carignan, Spagna Vernaccia, Tempranillo, Carignan

Bottiglia: 7,64 € soci club / 8,75 € non soci


Il Monasterio de las Viñas Gran Reserva è stato oggetto di numerosi premi e riconoscimenti. Questo rosso della DOC Cariñena è un sontuoso assemblaggio di Garnacha (60%), Tempranillo (30%) e Cariñena (10%). Il vigneto, ricco di ghiaia e con più di 40 anni d'età, si trova ad Aguarón, nella provincia di Saragozza.

Dopo un lungo riposo in botti di rovere americano e francese, che ne accrescono la complessità ammorbidendone al contempo l'irrequieto entusiasmo giovanile, il vino acquisisce un elegante color granato, con raffinati sentori di ribes nero, tabacco e sottobosco. Ruotando il calice si affacciano il cedro, l'eucalipto e la prugna selvatica, che si uniscono a richiami di foglie secche e fuliggine. Un vino intenso, complesso e molto equilibrato. Di media struttura, è appagante al palato, con un sorso di ciliegia e tannini levigati che si prendono quasi tutta la scena. L'esuberante freschezza esalta il gusto della frutta, che non svanisce nonostante il lungo invecchiamento, con le sue nuance di ciliegie e ribes nero. Gli sbuffi balsamici ne enfatizzano la vena acida, straordinariamente spiccata per un vino così longevo. Il cuoio e la liquirizia si amalgamano ai toni tostati e alle garbate sfumature speziate, regalando una suadente impronta classica. Chiude con un finale appena liquoroso, elegantemente balsamico, con richiami di alloro ed eucalipto, per finire con note di cacao in polvere che impreziosiscono questo vino privo di spigolosità Il sorso pieno e persistente avvolge il palato in una armonia senza fine. È difficile resistere a un bicchiere in più.

Agnello arrosto / pasta / verdure alla griglia

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Rosso rubino / riflessi granata
    • Fragranza
      Elegante / note fruttate / frutti a bacca rossa / ribes / sottobosco / cedro / eucalipto / tabacco
    • Palato
      Intenso / complesso / equilibrato / corpo medio / note fruttate / ciliegia / ribes rosso / note balsamiche / finale gradevole / lungo
  • Gradazione alcolica: 13,5%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 16ºC e 18ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2022.

Monasterio de las Viñas Gran Reserva 2012
parte frontale e parte posteriore

Frontonio Microcósmico Garnacha 2016 (2 bottiglie)

Rosso invecchiato. Bodegas Frontonio Valdejalón, Spagna Vernaccia

Bottiglia: 10,04 € soci club / 11,50 € non soci


Frontonio Microcósmico Garnacha prende il nome da San Frontonio, patrono di Épila, piccola enclave a nord est della Spagna, dove questo vino viene prodotto. La leggenda racconta che, dopo il martirio ad opera dei romani, il corpo decapitato di San Frontonio fu seppellito in un cimitero e la sua testa gettata nelle acque del fiume Ebro. Miracolosamente, la testa del Santo fu poi ritrovata a monte, sulla sponda del fiume Jalón, nei pressi della cantina Bodegas Frontonio.

Proprio come la testa di San Frontonio, Frontonio Microcósmico Garnacha rifugge, controcorrente, l'imperante tendenza alla sovraestrazione e mostra il volto più fresco del vitigno aragonese. A ogni sorso, i frutti di bosco accompagnano il ricordo del vigneto dal terreno sabbioso e della frescura che, a 700 metri di altitudine, accarezza i grappoli.

Fermenta con il 10% di grappoli interi ed è lasciato maturare prevalentemente in vasche di cemento; solo una minima percentuale di vino sosta in botti da 500 litri. Il risultato è un rosso ben definito, floreale, profumato ed elegante, con tutta la schiettezza, l'orgoglio e la purezza della Garnacha. I tannini, cesellati, fanno da sfondo a una delicata morbidezza. Emergono le sensazioni di sottobosco e frutti rossi, con una punta di pepe bianco: austerità raffinata e sincera rusticità si incontrano, in un equilibrio perfetto. La vivacità del terreno, sano e ricco di biodiversità, accende ogni sorso e indugia nel retrogusto, quando si riaffacciano gli aromi di frutti di bosco e il gusto delicato della Garnacha più pregiata.

Quando un Master of Wine (uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali) del calibro di Fernando Mora decide di scommettere su una zona vitivinicola dimenticata malgrado la sua importante storia, come Valdejalón, e riesce a produrvi vini come questo Frontonio Microcósmico Garnacha, è opportuna una riflessione.

Anatra arrosto / formaggi stagionati / secreto di suino iberico

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Granato / pallido
    • Fragranza
      Note fruttate / frutti a bacca rossa / fragola / lampone / note speziate / pepe bianco / note minerali
    • Palato
      Secco / buona acidità / rinfrescante / tannini fini / complesso / vigoroso / lungo
  • Gradazione alcolica: 14,0%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 14ºC e 16ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2022.

Frontonio Microcósmico Garnacha 2016
parte frontale e parte posteriore

Desidero registrarmi adesso!